Artisti in guerra

Fin dai primi anni della sua attività il Museo ha raccolto una collezione di opere pittoriche, sculture, ceramiche e manufatti artistici, oltre che una serie di oggetti di artigianato realizzati in trincea.
Tra gli oltre 800 dipinti conservati, si segnalano alcuni nuclei di notevole interesse realizzati da artisti che furono coinvolti nel primo conflitto mondiale seppur con esperienze diverse fra loro. E’ il caso delle opere di Pietro Morando (che fanno parte della raccolta donata al Museo da Giovanni Balbis e che sono raccolte nel catalogo Uomini e giganti. I disegni del fronte e della prigionia 1915-1918), quelle di Anselmo Bucci, Federico von Rieger, Ernesto Giulio Armani, Giuseppe Chini, Piero Coelli o le opere provenienti dallo studio Nedomansky di Vienna.

Da segnalare nella collezioni di sculture (circa 260)¬†i gessi di Stefano Zuech¬†relativi alla Campana dei Caduti, il cui primo calco √® conservato nelle sale del Museo. Fanno parte delle raccolte anche le opere create da artisti trentini in occasione della mostra ‚ÄúNo war‚ÄĚ allestita al Museo nel 1993.

Di grande pregio, anche per la sua particolarit√†, √® l‚Äôampia¬†collezione di ceramiche patriottiche donata da Romain ed Anna Rainero che fa parte del percorso di visita permanente dedicato all‚ÄôOttocento e al Risorgimento italiano ed √® descritta nel catalogo edito dal Museo Ceramiche patriottiche e militari dell’Italia contemporanea (scopri come acquistare il volume). Di grande interesse anche la raccolta di figurini militari di Sciacca donati dal Generale Natale Dodoli. Nel complesso i manufatti in ceramica conservati superano i 700 pezzi.

Un filone a parte è costituito dai manufatti prodotti dai soldati in trincea nei momenti di pausa e attesa che comprendono oggetti di uso comune (tagliacarte, rasoi, vasi..), a piccoli monili (anelli, braccialetti, rosari..) o oggetti ricordo (croci, quadretti, piccole sculture..).

Servizi         Donazioni         Consulenze

Contatti

Ufficio Collezioni
Marco Leonardi Scomazzoni 
+39 0464 438100 int. 206
collezioni@museodellaguerra.it

Davide Zendri
+39 0464 438100 int. 216
collezioni@museodellaguerra.it

Si riceve su appuntamento