Organizza la tua visita

La visita al Museo e al Castello prevede un percorso unico articolato in due parti: la prima dedicata alla storia degli eserciti e delle guerre tra l’Ottocento e la Prima guerra mondiale, la seconda incentrata sull’architettura del Castello e sulle collezioni di armi dell’età moderna (XV-XVIII secolo). Da maggio ad ottobre è possibile visitare anche la sezione “Artiglierie della Grande Guerra 1914-18”, con ingresso da piazza del Podestà, a pochi passi dalla biglietteria.

La visita completa richiede almeno un’ora e mezza. Il percorso nel Castello è visitabile fino a mezz’ora prima della chiusura, per questo vi invitiamo a programmare il vostro tempo scegliendo in anticipo i settori che maggiormente vi interessano.

È disponibile un’audioguida gratuita dell’intero percorso scaricando l’applicazione per smartphone MobiCult.

La guerra tra Ottocento e Novecento

Le prime sale che si incontrano lungo il percorso raccontano l’evoluzione della dotazione del soldato e le trasformazioni nel modo di combattere tra Ottocento e Novecento, con un’interessante affondo sul Risorgimento italiano, illustrato dall’importante collezione di ceramiche patriottiche esposte.
Seguono numerose sale dedicate alla Prima guerra mondiale, con armi, documenti, immagini, oggetti di uso quotidiano e testimonianze di soldati e civili. I temi affrontati vanno dalle innovazioni tecnologiche, alla mobilitazione degli eserciti, alle conseguenze del conflitto sulla popolazione civile, fino alla costruzione del consenso attraverso la propaganda di guerra.
Nelle sale è esposta solo una parte dell’ampio patrimonio del Museo, che comprende anche uniformi, artiglierie, mezzi militari, oggetti artistici e molto altro oggi conservato nei depositi del Museo.

Scopri di più sulle collezioni >>

Il Castello e le armi di età moderna

La  visita consente di entrare negli spazi restaurati del Castello di Rovereto, ai numerosi cunicoli e al terrapieno costruiti in età Veneziana. Qui si può scoprire come si sono evoluti nel corso dei secoli l’architettura e l’aspetto della fortezza.
Nei torrioni Marino e Malipiero sono esposte le collezioni più antiche del Museo: un piccolo nucleo di armi pre- e protostoriche, gli strumenti del fabbro armaiolo, armi da caccia e poi armature, armi bianche e armi da fuoco, dal Medioevo all’età moderna.

Scopri di più sul castello >>

Artiglierie della Grande Guerra 1914-18

Ospitata in un rifugio antiaereo della Seconda guerra mondiale posto ai piedi del castello, in piazza Podestà, il Museo espone una quarantina di pezzi di artiglieria italiani, austro-ungarici, tedeschi, inglesi della Prima guerra mondiale.

Scopri di più sulle artiglierie >>

Mostre temporanee

Nel corso dell’anno il Museo propone piccole mostre temporanee per valorizzare le collezioni che non trovano spazio nel percorso permanente e il patrimonio conservato nei suoi archivi. Inoltre promuove esposizioni in altre sedi, frutto della collaborazione con enti e istituzioni nazionali ed internazionali.

Mostre in corso >>